Non tutto il cibo che assumiamo ha lo stesso effetto

ALIMENTAZIONE
Typography

“Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”. Ippocrate

Ogni giorno introduciamo nel nostro organismo alimenti per nutrirci e sostenerci.

Ma non tutto il cibo che assumiamo ha lo stesso effetto:ci sono alimenti che possono fare ammalare e altri che possono guarire o prevenire i disturbi più comuni.

Il cibo è il primo elemento di cui le nostre cellule si nutrono ed è nostro dovere imparare ad introdurre cibi sani per vivere più a lungo e in forma.

Già nel 400 a.C il famoso Ippocrate,considerato il “padre della medicina”, rivoluzionò il concetto di medicina.

Per il lui il cibo era la prima fonte che l'uomo poteva assumere per il cambiamento e per la salute, era convinto che l'essere umano fosse dotato di un sistema di autoguarigione e che grazie al cibo, potesse guarire da moltissime malattie.

”Un corpo sano può esistere in una mente sana”.

L’uomo che nega le dovute attenzioni al proprio corpo pensando di dover sviluppare le capacità mentali senza curarsi del supporto, pregiudica la sua salute fisica.

Sono tutte citazioni che ci portano a riflettere...

Il tema dell'alimentazione oggi è sempre di più un contenuto pieno di informazione di tutti i generi e questo il più delle volte è fonte di confusione, per questo motivo sempre più persone ricorrono a professionisti per avere chiarezza e un supporto maggiore.

Con l'arrivo della bella stagione ci ricordiamo di avere un corpo e corriamo ai ripari con diete dell'ultimo minuto oppure seguiamo l'ultima moda che leggiamo o vediamo alla tv, è davvero la cosa giusta da fare?

Oppure sarebbe davvero opportuno una volta per tutte soffermarci a capire davvero di cosa il corpo abbia bisogno e chiederci cosa siamo disposti a fare per la nostra salute?

Oggi i media ci bombardano di spot pubblicitari con messaggi subliminali che ci fanno credere di non essere i veri artefici della nostra vita, ma se ci pensiamo bene chi è che tutti i giorni sceglie cosa mangiare, dove mangiare e cosa comprare?

E' dunque arrivato il momento di prenderci le proprie responsabilità e capire cosa è giusto e cosa è sbagliato per noi e il nostro corpo.

Le tavole sono ormai imbandite da alimenti sottoposti a processi industriali di raffinazione e lavorazione, i prodotti vegetali non hanno più le proprietà di una volta e sono sempre più trattati e anche i fertilizzanti che vengono usati impoveriscono sempre maggiormente le nostre terre.

Il risultato?

La nostra alimentazione è ricca di cibi spazzatura e dannosi per il nostro organismo e se è vero che “noi siamo ciò che mangiamo” come possiamo credere di stare bene, di avere energia,di essere in forma?

Il corpo ha bisogno di assumere dal cibo una quantità giornaliera di vitamine, sali minerali,fitonutrienti,micronutrienti e macronutriente e nel cibo industriale, quanti di questi nutrienti troviamo?

La risposta è molto semplice ma non ovvia e spesso la verità non l'ammettiamo..la risposta giusta è: zero.

La cosa giusta da fare dal mio punto di vista è quello di decidere di prendersi cura di noi, iniziando a riscoprire i veri sapori genuini con prodotti naturali,biologici e freschi di stagione.

Come riuscire ad avere una giusta alimentazione?

Per prima cosa dobbiamo decidere di volere veramente cambiare alcune delle nostre abitudini alimentari.

Un cambiamento in qualunque campo della nostra vita richiede forza di volontà,sacrificio e determinazione, ma se il cambiamento è quello giusto nel giro di poco vedremo come il nostro corpo potrà beneficiare della nostra decisione.

Quando decidiamo di cambiare le nostre abitudini alimentari la prima cosa che noteremo sarà il sapore diverso, i cibi raffinati come pasta, panini, pizze sono ricchi di zuccheri e hanno sapori che inducono a mangiarne sempre in quantità più elevate, creando assuefazione proprio come le droghe.

L'inizio è la fase più difficile da superare, fatto questo inizieri una nuova avventura, riuscirai ad abbandonare le tue abitudini e dimostrerai a te stesso il tuo coraggio, la tua forza di volontà e ti convincerai che è possibile anche per te.

Molte persone non riescono a cambiare le proprie abitudini alimentari perché hanno paura del cambiamento e preferiscono restare dove sono con le loro sicurezze e certezze, magari ridurre per qualche tempo le quantità riuscendo a perdere qualche chilo e poi ritornare nella propria zona di comfort.

All'inizio tutto spaventa ma a lungo termine questi piccoli o grandi cambiamenti a seconda delle abitudini che hai ti porteranno in uno stato di salute ottimale e questo percorso di cambiamento sarà quel processo che ha permesso a te e al tuo corpo di entrare in relazione profonda imparando a conoscerti meglio.